Come organizzare un viaggio in Kenya: la guida

by littletravelsbiglove

Il Kenya è il posto perfetto per chi vuole vivere esperienze uniche e indelebili, è un viaggio che rimane nel cuore, che ti cambia dentro, e fidati, soffrirai di Mal d’Africa una volta tornato.

Se sogni il mix perfetto tra mare cristallino e avventure nella natura più selvaggia allora questo è il paese che fa per te, ecco qui i nostri consigli per organizzare un viaggio in Kenya!

 

Qual’è il periodo migliore per un viaggio in Kenya?

Sicuramente una delle scelte più importanti da fare è quella legata al periodo del viaggio.
Qui sotto una tabella che riassume le temperature medie sulla costa keniota:
MESE
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
MIN (°C)
23
24
24
24
23
23
22
22
22
22
23
23
MAX (°C)
31
31
32
31
29
28
27
27
28
30
31
31
Ecco qui invece le temperature medie del parco più gettonato dai turisti (essendo il più vicino alla zona costiera), lo Tsavo east:
 
MESE
GEN
FEB
MAR
APR
MAG
GIU
LUG
AGO
SET
OTT
NOV
DIC
MIN (°C)
20
20
21
20
20
18
18
17
18
19
20
20
MAX (°C)
32
33
33
32
30
29
28
28
29
31
31
31
(Per conoscere le condizioni climatiche degli altri parchi puoi consultare il sito Climi e Viaggi)
 
Oltre alle temperature è bene che tu tenga a mente che da marzo a maggio le precipitazioni sono più abbondanti perché questa è la “stagione delle lunghe piogge”, al contrario da giugno a settembre le piogge sono meno intense perché in Kenya è la “stagione secca”
 
Ti consigliamo quindi il periodo giugno-settembre, come abbiamo fatto noi.
Il clima è stato perfetto per ben 11 giorni, ha piovuto solo l’ultima mattina mentre stavamo andando verso l’aeroporto. 
Questo è anche il periodo migliore per godersi il Safari (d’altronde mica si può andare in Kenya e non fare un’esperienza del genere!) e il mare.
Le temperature sono intorno ai 30 gradi e la sera sulla costa non scendono sotto i 25, ma ricorda che, nella Savana, la notte, le temperature scendono fino a 13-14 gradi.

Dove alloggiare in Kenya?

Abbiamo scelto la nostra base operativa cercando le offerte su Booking per il periodo scelto, e tra le tante offerte abbiamo optato per il magnifico Aquarius Club. La sua posizione strategica tra i parchi, le città e le escursioni ci ha convinti fin da subito, una volta arrivati abbiamo anche scoperto la sua bellezza, un vero paradiso!

Quali documenti portare o procurarsi?

Navigando in rete si trovano informazioni, racconti e testimonianze, noi siamo qui per fare chiarezza, per organizzare un viaggio in Kenya avrai bisogno di:

Passaporto 

valido con almeno sei mesi rimanenti e 2 pagine vuote.

Visto turistico

chiamato Single Journey Visa, due i metodi per ottenerlo:

in tanti consigliano di richiederlo 7/10 giorni prima, ma nonostante noi lo avessimo richiesto più di 10 giorni prima, non ci è arrivato in tempo, quindi.. sbrigati se devi partire! Alla richiesta del visto sussegue un pagamento di 42 euro, che, nel caso il visto non arrivi in tempo per la partenza, ti basterà mostrare la ricevuta di pagamento (fiù) una volta arrivato in Kenya e non avrai problemi:
 
  • durante il viaggio in aereo,

dove ti verrà consegnato un modulo da compilare e consegnare agli sportelli dell’aeroporto, anche in questo caso pagherai 42 euro.

Tocca a te scegliere, noi abbiamo preferito fare richiesta e pagare online, così da avere tutto pronto al nostro arrivo ed evitare file agli sportelli.

 

Ma i vaccini sono obbligatori?

Siamo stati molto combattuti riguardo al tema, abbiamo fatto ricerche su internet, chiesto a chi fosse già stato in Kenya e infine andati anche all’ASL della nostra città per chiarimenti: per il Kenya non ci sono vaccinazioni obbligatorie ma è consigliata la profilassi antimalarica. 

Possiamo dire che zanzare sulla costa non ne abbiamo viste quasi mai, mentre durante il safari, essendo nella savana, ce ne sono state molte, ecco tutte le precauzioni necessarie:

  • indumenti che coprissero gambe e braccia dopo il tramonto
  • repellenti specifici anti-zanzare sia per il corpo che per l’ambiente

Durante la notte, dormi sogni tranquilli perché i Lodge sono tutti super attrezzati con le zanzariere e tieni a mente che il periodo dove le zanzare sono più numerose è quello della stagione delle piogge(backlink sulla scelta del periodo)

Oltre alla profilassi antimalarica ecco gli altri vaccini consigliati:
  • Febbre Gialla
  • Epatite A (con due dosi, a distanza di 6 mesi, il vaccino dura 20 anni)
  • Tifo
  • Antitetanica che è nella lista delle vaccinazioni obbligatorie per i bambini, ma si consigliano i richiami anche in età adulta.
Di tutti questi abbiamo fatto solo l’Epatite A, che ci servirà sempre, anche in Italia.
 
Ulteriori informazioni sul sito della Farnesina: Viaggiare sicuri.
 

Quale compagnia aerea scegliere

Hai prenotato il tuo splendido soggiorno, scegliendo il periodo migliore, procurandoti tutti i documenti necessari ed ora non sai con quale compagnia aerea volare? Il viaggio è lungo e per organizzare un viaggio in Kenya è importante anche scegliere la compagnia aerea migliore:

La Qatar è stata la nostra scelta, da Milano a Doha con scalo di 2h e poi da Doha a Mombasa. 

Il servizio durante il volo è stato impeccabile, in tutti e due gli aerei di linea avevamo un kit personale con: copertina, cuscino, spazzolino e dentifricio, tappi per le orecchie e mascherina per gli occhi. Inoltre ogni posto era dotato di uno schermo personale dove vedere film di ogni genere. 

Le hostess passavano ogni mezz’ora con bevande di ogni genere (calde e fredde) e, durante il volo ci è stato servito il pasto (mangiabile) e degli snack da cinema (pop-corn e patatine) molto apprezzati!

Informazioni utili

Per organizzare un viaggio in Kenya non puoi lasciare nulla al caso, infatti molte volte ci si perde nei dettagli, non sottovalutare le prese elettriche!

Prese elettriche

Sono di tipo G (o inglese) e ce ne sono poche (1 o 2) per stanza, ti consigliamo, quindi, di portare un adattatore e un caricatore USB multiplo per caricare più dispositivi contemporaneamente.

P.S. hai per caso dimenticato il tuo adattatore elettrico o il caricatore USB multiplo? Non preoccuparti, la presa a muro è dotata del foro superiore solo come “bloccaggio” per i fori inferiori, non è perciò elettrico. Puoi quindi infilare il tappo di una penna per fare leva e sbloccare i fori inferiori per poter collegare i tuoi caricatori. Stai attento, si tratta comunque di corrente! Non ci assumiamo la responsabilità di eventuali incidenti a te o alle tue apparecchiature, (controlla il voltaggio) maggiori informazioni in merito su viaggiatori.net.

 

Comprare una SIM locale

Rimanere contatto con i nostri familiari (stra-preoccupati per il nostro primo viaggio fuori Europa) e poter utilizzare Instagram, per noi, è fondamentale. Come travel couple, condividere le nostre esperienze, dare consigli e far vivere a chi ci segue le emozioni che stiamo provando, è alla base delle nostre relazioni.. quindi, come fare? Con la SIM Africana.
 
Safaricom è stata la nostra scelta e dobbiamo dire che è stata veramente azzeccata: la SIM prendeva ovunque e internet era molto veloce. Al costo di 20 euro abbiamo usufruito di:
  • 600 minuti;
  • 2000 SMS;
  • 12 GB
  • Ulteriori 2 GB YouTube e 6GB Whatsapp
Puoi comprarla in aeroporto, è velocissimo, serve la carta di identità e una foto, che vi scatteranno loro, e sarà pronta!

Escursioni e safari

Parte principale della scelta del Kenya come meta è la possibilità di vivere esperienze uniche nella vita, tra queste ci sono sicuramente:

  • Safari, un giro in jeep in piena savana per ammirare da vicino gli animali nel loro habitat naturale, qui il link del nostro articolo con le indicazioni per organizzare un safari perfetto
  • Escursioni lungo la costa, sicuramente esperienze da fare sono le varie escursioni che questo paese ha da offrire, qui il link del nostro articolo per sapere quali sono le escursioni da fare assolutamente.

Potrebbe interessarti